Iodio et amor (dai tempi dell’università)

Ormai diversi anni fa, tornata dalla mia esperienza in Francia dove ho conseguito il diploma, mi sono iscritta ad Architettura del Paesaggio ed è lì che ho conosciuto Denise.

Quanti esami abbiamo fatto insieme e soprattutto…quante nottate in bianco tra sezioni e planimetrie! I primi tre anni li abbiamo passati a braccetto condividendo simpatie e antipatie verso questo o quel professore, appunti, registrazioni, ansie pre-esame e gioie post-esame :). Abbiamo condiviso anche il giorno della laurea e le nostre lodi. Ed è proprio durante i primi anni di università che Denise ha conosciuto Angelo, mi ricordo perfettamente l’entusiasmo nei suoi racconti! Poi le nostre strade si sono divise, lei ha continuato in Germania mentre io ho finito il quinquennio a Roma e si sa come va la vita, frenetica e veloce, ci siamo un po’ perse di vista…fin quando, qualche mese fa non mi arriva un messaggio:

“ciao Giulia, come stai?? ti ricordi di me????? ma insomma io sto impazzendo alla ricerca di un fotografo per il mio matrimonio e cosa scopro???? che tu sei fotografa!!!! Ma non ne avevo idea! Insomma piuttosto che cambiare il paesaggio lo catturi…. bene e brava!”

E così, a distanza di anni, ci siamo ritrovate, cresciute, avviate, sposate (o per lo meno lei in procinto di) e devo dire che, fotografare il matrimonio di un’amica, anche se un po’ persa di vista, ha sempre un altro sapore.

E così, sempre a distanza di anni, sono tornata a casa di Denise, in quegli stessi ambienti dove avevamo versato lacrime di stress, bevuto litri e litri di caffeina, perso ore di sonno ad aspettare che i nostri computer caricassero i file pesantissimi dei nostri esami. In quegli stessi ambienti, oggi, donne felici: lei, di coronare il suo sogno con Angelo ed io, di rivivere emozioni passate e di essere stata scelta come fotografo del loro matrimonio.

Angelo e Denise
Castello di Santa Severa