Aspettando Diana

Ma quanto è bello questo lavoro?? Ditemelo voi!

Avere la fortuna di fermare attimi di felicità, quella gioia tangibile, il friccicorio dell’attesa misto ad un pizzico di paura dell’ignoto.

Fotografare, per me, è cercare la verità. E quando la trovo, quando la vedo attraverso il mio obiettivo, mi si stringe lo stomaco e mi commuovo anche un po’. Divento anche un po’ bambina e mi viene voglia di saltellare all’impazzata puntando il dito e dicendo “eccola, eccola…la felicità! eccola!”

Ringrazio sempre chi ripone in me questo compito tanto bellissimo quanto di responsabilità. Grazie Camilla, grazie Tai, per avermi dato questa opportunità. Grazie davvero. Spero che anche la piccola Diana, tra qualche anno, possa sorridere così rivedendo queste risate (anche se non le sveleremo mai quali battute papà ha fatto alla mamma per farla ridere così!)